CarniaMusei: tante novità per l'offerta didattica a.s. 2018 - 2019

11/09/2018 - A settembre ricomincia la scuola e con la scuola ritornano anche le proposte didattiche di CarniaMusei, la rete museale della Carnia coordinata dagli uffici del settore cultura dell’UTI della Carnia, che dal 1998 si occupa di divulgazione, promozione e didattica. Tante le iniziative pensate per il nuovo anno scolastico 2018-2019, alcune già offerte negli anni precedenti, ma anche molte novità.

Si parte con il “Il museo per piccoli esploratori”, rivolto ai bimbi della scuola dell’infanzia, che prevede un mix di attività manuali e di narrazione, tra le quali: “Una vita da orso” presso l’Esposizione Naturalistica “Preone 200 Milioni di Anni”, “Il baule di nonno Gortani” al Museo Michele Gortani di Tolmezzo e “I suoni della natura nei quadri di Cornelia” alla Pinacoteca “Cornelia Corbellini”, un’attività che permette ai più piccoli di sperimentare un percorso interdisciplinare tra musica e arte.  

Attraverso “La scuola in museo”, CarniaMusei si rivolge alla scuola primaria e secondaria di primo grado, proponendo attività basate sulla sperimentazione tramite manualità, come: “Mestieri di un tempo: filare, tessere e tingere” all’interno del Museo delle Arti Popolari “Michele Gortani”, “Viaggiatori del Tempo” presso il Museo dell’Orologeria Pesarina, “Le vie segrete dell’acqua” al Centro visite del Geoparco della Carnia, “Aspiranti…archeologi” presso il Civico Museo Archeologico Iulium Carnicum e “Astratto: astraggo, compongo e…scompongo” alla Galleria d’Arte Moderna “Enrico De Cillia”. Diversi sono i laboratori pensati anche per la scuola secondaria di I grado, come “Continenti alla Deriva”, l’attività che si tiene presso la Mostra permanente del Fossile di Arta Terme e che permette ai ragazzi di scoprire lo spostamento dei continenti nel tempo, e “I tesori della Pieve” nel Museo della Pieve di S. Maria di Gorto a Ovaro.

Novità di quest’anno sono le escursioni a tema geologico proposte dal Geoparco Transfrontaliero delle Alpi Carniche, che prevedono tre itinerari: “Stavoli Lunas” a Preone, “Rivoli Bianchi” a Tolmezzo, “Grotte e Fontanon” a Timau. Ma dal Geoparco, oltre ai laboratori didattici proposti nelle varie realtà museali, arrivano anche due nuove attività eccezionali legate alla mostra temporanea “Le scogliere della Carnia” e rivolte alla scuola primaria e secondaria: “Viaggio al centro della scogliera” presso il Museo Geologico della Carnia e, sempre nella stessa sede, “Il Coglians…Una montagna da guardare con occhi diversi”.

È possibile prenotare le attività didattiche CarniaMusei contattando la segreteria il lunedì (ore 10-13/15-17) e il venerdì (ore 10-13) al numero 0433/487704 o 0433/487779, oppure via mail all’indirizzo carnia.musei@carnia.utifvg.it. Tutte le iniziative di CarniaMusei sono consultabili sul sito dedicato.   

Giovani Cultura

Condividi

Valuta questo sito

torna all'inizio del contenuto